Scaldabagno a gas

Lo scaldabagno a gas permette di avere acqua riscaldata costantemente a disposizione per chi non è dotato di una caldaia in casa.

Lo scaldabagno a gas, detto anche boiler, serve per riscaldare l’acqua per uso sanitario; serve quindi a scaldare l’acqua dei rubinetti per lavarsi.

Il riscaldamento dell’acqua avviene tramite la combustione di gas naturale (metano, propano) o gas liquido(GPL).

Gli scaldabagni a gas sfruttano perciò il meccanismo che ci permette grazie a metano o GPL di beneficiare del lusso dell’ acqua calda.

Il meccanismo è abbastanza semplice: si apre il rubinetto, l’acqua viene sottoposta a un processo di decompressione che favorisce l’apertura della valvola la quale, a sua volta, apporta una grande quantità di gas agli ugelli. Il gas attiva la fiamma pilota (che rimane sempre accesa) e così l’acqua che fluisce nel tubo a spirale si riscalda.

In commercio le tipologie di scaldabagno a gas sono sia meccanico, elettrico che a condensazione e si differenziano sia nella loro età che nel funzionamento.

Quelli elettronici nel momento dell’apertura del rubinetto grazie ad una valvola, detta “flussostata”, sensibile al passaggio dell’acqua, apriranno la valvola gas ed  il bruciatore scalderà, tramite il gas, l’acqua di passaggio. Questo meccanismo avviene tramite una piccola scheda di gestione.

 

Gli scaldabagno a gas meccanici, non hanno il requisito di una scheda elettrica che gestisca le varie fasi; il riscaldamento è permesso dalla pressione dell’acqua stessa. Difatti aprendo l’acqua, nel “polmoncino” la pressione dell’acqua, farà aprire una membrana ed uno spillo che spingendo la valvola del gas farà partire la fiamma nel bruciatore.

La fiamma si accende per merito di un semplice contatto piezoelettrico che, scaldando l’acqua attraverso il gas, genera la combustione continua della fiammella; la quale andrà a riscaldare l’acqua con un funzionamento molto elementare.

Gli scaldabagni a gas a condensazione, invece, sfruttano una significativa parte del calore condensato dal vapore acqueo dei fumi di scarico. L’acqua si riscalda grazie al calore generato dalla combustione.

 

Il vantaggio di questi apparecchi è che sono economici; lo scaldabagno a gas ha, in kw, un basso potere termico.

L’uso è consigliabile a famiglie di ridotte dimensioni che senza spendere un capitale non rinunciano ad ottime prestazioni.

Il costo del gas è nettamente inferiore a quello dell’elettricità a parità di effetto finale riscaldante.

Lo scaldabagno a gas infatti per accendersi impiega solo pochissima energia elettrica; per farvi capire quanto poca energia è richiesta basti pensare che ci sono alcuni determinati modelli che funzionano con delle semplici batterie e non hanno bisogno di collegarsi all’impianto elettrico casalingo.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.