Sedie da ufficio:quali e come sceglierle

 .Sedersi e stare in posizione corretta mentre si lavora rende necessario potersi servire di una poltrona ergonomica che favorisca non solo una postura buona per tutto il corpo ma aiuti anche ad avere una respirazione corretta che ci eviti ad esempio quei fastidiosi dolori di testa e cervicale riducendo così le pause e i rallentamenti sul lavoro. E forse anche i costi di un fisioterapista o di un posturologo per i problemi che vengono a crearsi a seguito di un comportamento scorretto. Gli esperti, infatti, sostengono che una poltrona o sedia da ufficio debba essere ergonomicamente corretta ma non troppo “comoda”.

Come trovate sul sito https://sceltasediadaufficio.it/ resta il fatto che uno schienale ampio in grado di allineare bene la colonna vertebrale con un poggiatesta regolabile, un cuscino lombare, braccioli morbidi e ad angolo retto regolabili in base alla statura dell’utente, ruote pivottanti e frenanti, una seduta in funzione del peso dell’utente e che permetta un angolo retto fra busto e gambe, un’altezza da terra anch’essa regolabile e in linea con le dimensioni di chi la utilizza, la regolabilità dei componenti della poltrona inclusa l’inclinazione dello schienale, sono tutti elementi da considerare al momento della scelta per l’acquisto di una poltrona per l’ufficio.

Sul mercato esiste una quantità innumerevole di modelli, tipologie, materiali e ovviamente prezzi diversi, tali da rendere davvero problematica la scelta se non si hanno già ben chiare in mente le esigenze che dobbiamo soddisfare. Ad esempio restare 4 o 5 ore seduti al computer potrebbe rendere inutili i braccioli, o poggiagomiti, che rischiano di diventare addirittura inutili o fastidiosi; se invece si sta meno tempo al pc o lo si usa più che altro come monitor, è possibile restare comodamente seduti appoggiati allo schienale con le braccia sui braccioli.

Altri elementi che non vanno trascurati sono la capacità della sedia di reggere il peso di chi vi si siede e quindi occorre ricordare di verificare la “portata”, oltre alla possibilità di regolare l’altezza del sedile, del bracciolo e l’inclinazione dello schienale.

Fattore non trascurabile è infine il prezzo molto variabile in rapporto ai materiali e alle caratteristiche tecniche.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.