Zanzariere magnetiche e gli insetti sono out!

Vivere in una zona dove la presenza di insetti e in particolare di zanzare, è molto forte può diventare problematico se non ci si dota di una qualche forma di protezione. In alcune situazioni l’uso di insetticidi, spray o elettrici, di zampironi ed altro similare non basta e occorre porre una barriera fisica fra noi e questi insetti che possono diventare particolarmente molesti. Da qui la decisione di adottare una soluzione alternativa quale appunto le zanzariere che, a dispetto del nome, non tengono lontano solo le zanzare ma ogni altro tipo di insetto.

Ma quale zanzariera è meglio acquistare? come viene spiegato nel sito https://migliorezanzarieramagnetica.it/ dobbiamo prendere in esame alcuni aspetti come forma, design, misure, adattabilità, facilità di montaggio e smontaggio quando non servono più. E non ultimo il costo.
Parliamo quindi di zanzariere con chiusura magnetica al centro e composte da una coppia di teli forati (o da 3/6 teli se l’apertura su cui applicarli è maggiore). La migliore è come sempre, quella che risponde alle esigenze offrendo una chiusura autonoma che non impedisca il transito di persone o animali domestici e in grado di proteggere da insetti di ogni dimensione grazie a fori della tela molto piccoli; facilità di installazione e quindi un basso costo grazie anche all’adattabilità ad ogni tipo di apertura, porta, finestra o altro passaggio senza perdere in robustezza e resistenza all’uso.

La diversità dei modelli in commercio permette di scegliere le zanzariere magnetiche più convenienti per il nostro budget anche perché in genere le zanzariere montate su porta scorrevole o pieghevole non sono economiche. E il fattore “installazione” è un altro elemento di rilievo. In sintesi ecco come procedere: prendere le misure esatte del telaio della porta o finestra, tagliare il nastro di velcro su misura e attaccarlo al telaio dell’infisso per tenere teso il telo, tagliare l’eventuale surplus di zanzariera e provare la tenuta della zanzariera. E’ infine meglio smontarla quando non se ne abbia più bisogno procedendo al lavaggio dei teli che una volta asciugati potranno essere arrotolati e riposti con cura per essere rimessi in posizione alla successiva stagione estiva.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.